Per strumentazioni medicali visita il sito aird.it
Doctor's Search
Le varie tipologie di apparecchi acustici
10 gennaio 2018

Scopriamo insieme le varie tipologie di apparecchi acustici. Il dubbio che spesso sorge spontaneo nel momento in cui ci si rende conto di aver un problema d’udito è proprio legato al tipo di apparecchio acustico, a come sceglierlo e soprattutto quali sono le differenze. E’ molto importante sapere che in questo percorso il ruolo dell’audioprotesista è fondamentale. Riteniamo comunque importante porre l’attenzione proprio su quali sono le effettive differenze tra le varie tipologie di apparecchi acustici. Se inoltre hai in mente di cambiare apparecchi acustici

Le varie tipologie di apparecchi acustici

Apparecchio acustico retro auricolare

L’apparecchio acustico retro auricolare prende il nome dal modo in cui viene indossato. Questo tipo di apparecchio viene indossato infatti ponendolo dietro al padiglione. Dotato di una chiocciola su misura o universale, questo apparecchio ha un tubicino in silicone che porta all’interno dell’orecchio il suono amplificato.
Questa specifica tipologia di apparecchi acustici è da considerare come valida e fruibile per tutte le perdite uditive.

Apparecchi acustici con il ricevitore posto all’interno del condotto uditivo

Questo genere di apparecchio acustico è dotato di ricevitore che si trova proprio all’interno del condotto uditivo. L’apparecchio invece viene posto dietro il padiglione auricolare. Questa tipologia ha un ricevitore dalle dimensioni ridotte. Ne consegue che gli apparecchi acustici con il ricevitore posto all’interno del condotto uditivo non sono adatti a tutti i gradi di ipoacusia.

Apparecchi acustici endoauricolari

Questo tipo di apparecchio acustico viene inserito all’interno del condotto uditivo. In questo modo possiamo considerare queste soluzioni uditive come delle vere e proprie soluzioni acustiche quasi del tutto non visibili. Esistono dispositivi che si posizionano all’interno del condotto uditivo ma non vengono inseriti in profondità. Altri formati invece possono essere posti molto internamente risultando non visibili, in tutto od in parte. Riguardo questo genere di formato va detto anche questo aspetto: non sono sempre indicati per compensare tutti le tipologie di ipoacusia.

Nella scelta dell’apparecchio acustico è sempre importante tener presente, insieme alle questioni estetiche, sia la propria perdita uditiva, sia la performance che si vuole ottenere.

Posted in Blog, Soluzioni acustiche by admin