Per strumentazioni medicali visita il sito aird.it
Doctor's Search
Perdita uditiva causata dal rumore
7 giugno 2017

Pochi consigli per proteggerci dalla perdita uditiva

Ormai, nella vita quotidiana, siamo abituati a essere circondati da rumori: clacson delle auto, musica ad alto volume, martelli pneumatici. Nonostante ciò, non sono di altrettanta routine le misure di salvaguardia dell’udito, fondamentali per tutelarci dalla perdita uditiva sempre più incidente sulla popolazione

Gli esperti ci dicono che è possibile avere un calo permanente dell’udito anche durante un’unica esposizione a uno spettacolo pirotecnico. Secondo il “Centers for Disease Control and Prevention” anche un cane che abbaia nell’orecchio per qualche minuto, può causare la perdita uditiva. Più alto è il suono, minore è la quantità di tempo necessaria per avere impatto notevole e irreversibile sulla nostra capacità di sentire.

Lavorare in ambienti rumorosi può comportare notevoli rischi, l’ipoacusia è, infatti, la principale causa di malattia professionale secondo l’Inail.

Con l’avanzare dell’età, la perdita uditiva dovuta all’esposizione al rumore di tutta una vita peggiora col sopraggiungere della presbiacusia. Ma non solo le persone anziane, soffrono di problemi uditivi. Infatti, un rapporto del 2015 dell’Organizzazione mondiale della sanità ci mostra come per i giovani dai 12 ai 35 anni il rischio di perdita uditiva sia sempre più elevato a causa di una continua esposizione a musica ad alto volume.

A tal proposito ecco 3 suggerimenti per prevenire la perdita uditiva.

Sapere cos’è rischioso

Anche se ciascuno di noi ha livelli di tolleranza dei suoni diversa, l’istituto nazionale per la sicurezza e la salute su luogo di lavoro raccomanda un’esposizione al di sotto degli 85 dBA durante una giornata lavorativa di 8 ore ponendo il limite a 90 dBA. Per i suoni superiori a 100 dBA, gli esperti concordano che possono essere pericolosi anche se per brevi periodi.

Uso di otoprotettori

Quando ci troviamo a lungo esposti a rumori forti, è consigliabile proteggere le orecchie per evitare di subire un danno irreversibile, utilizzando dispositivi idonei all’ambiente e al livello di rumore circostante.

Utilizzo consapevole delle cuffie

Si stima che un quinto degli adolescenti può subire una forma di perdita uditiva attribuita all’uso inadeguato di cuffie e auricolari. Il modo più semplice per prevenire la perdita uditiva è seguire la regola 60/60: ascoltare a un volume massimo del 60% per non più di 60 minuti al giorno.

La perdita uditiva avviene gradualmente e spesso non riusciamo a notarla. Per cui la prevenzione è fondamentale. Eseguire un test dell’udito, almeno una volta all’anno, è il giusto passo per avere un udito sereno e in salute.

Posted in Blog by admin