Per strumentazioni medicali visita il sito aird.it
Doctor's Search
Celebrità con problemi di udito
30 giugno 2023

I problemi di udito sono molto comuni nella società moderna.: l’esposizione frequente a rumori ad alto volume, come concerti, discoteche o l’uso prolungato di auricolari, può danneggiare l’udito nel tempo. Ecco perché sono molte le celebrità con problemi di udito, specialmente in ambiente musicale.

Mentre alcuni hanno scelto di mantenere i loro disturbi uditivi nascosti, altri si sono fatti portavoce della problematica dell’ipoacusia non trattata e dei benefici degli apparecchi acustici, contribuendo ad aumentare la consapevolezza su una condizione che spesso viene sottovalutata. Le celebrità che si sono fatte avanti hanno dimostrato che la perdita uditiva non è una condanna, ma piuttosto una sfida che può essere affrontata e superata con successo. La loro influenza nel sollevare la consapevolezza sui problemi uditivi ha incoraggiato molte persone a prendere sul serio la propria salute uditiva, adottando precauzioni e cercando trattamenti appropriati.

Ecco quali sono le celebrità con problemi di udito e i loro rapporti con gli apparecchi acustici.

Cantanti con problemi di udito

Nel mondo della musica, sono moltissime le celebrità con problemi di udito, spesso causati proprio dal loro mestiere. Il caso più famoso è certo quello di Beethoven, sordo già all’età di 30 anni e uno dei primi possessori di rudimentali apparecchi acustici. Il suo amico Johann Mälzel, inventore del metronomo, aveva realizzato appositamente per lui i cornetti acustici, una sorta di antenato dei moderni apparecchi acustici che dovevano aiutare il compositore a sentire meglio. I risultati però non furono quelli sperati, al punto che Beethoven li scagliò contro le pareti e preferì tagliare le gambe del pianoforte e ascoltare le vibrazioni dei tasti mettendo l’orecchio a terra pur di riuscire a sentire le sue melodie.

Tra le celebrità con problemi di udito dei giorni nostri ci sono Sting, Eric Clepton, Phil Collins e Caparezza, il cui brano “Larsen” è fa riferimento proprio all’esperienza dell’acufene. Sting, come Beethoven, non andava d’accordo con i suoi apparecchi acustici e per anni ha lasciato progredire l’ipoacusia senza trattarla.

Attori con problemi di udito

Più positivo è invece l’esempio dell’attrice premio Oscar Jodie Foster che, dopo un iniziale momento di rifiuto comune a tutti, ha compreso i reali benefici degli apparecchi acustici e si è fatta promotrice di una campagna per sensibilizzare le persone di ogni età sui rischi dell’ipoacusia non trattata.

I problemi di udito riscontrati da cantanti, attori e musicisti sono molto spesso legati ad un’esposizione prolungata ai suoni troppo elevati, come accade spesso durante i concerti o le riprese di un film, com’è accaduto a William Shatner, sella di Star Trek, o a Whoopi Goldber. Diverso è invece il caso dell’attrice Halle Barry, che ha perso l’udito ad un orecchio a causa di un trauma cranico per le percosse ricevute dal suo ex-fidanzato.

Politici con problemi di udito

Tra le celebrità con problemi di udito rientrano anche alcune figure di spicco nel mondo della politica. Molto famosa è la foto che ritrae il Principe Filippo, sempre qualche passo indietro alla Regina Elisabetta, nella quale gli occhi attenti dei paparazzi hanno individuato gli apparecchi acustici. Dispositivi simili sono stati notati nel 2021 anche alle orecchie della regina, ma la cosa non deve affatto meravigliare data l’età avanzata della più amata sovrana britannica e del suo consorte.

Molto meno noto è invece il caso di Churchill, che ha tenuto segreti per anni i suoi problemi uditivi e che ha avuto un rapporto conflittuale con i suoi apparecchi acustici, considerati dal grande stratega inglese simbolo di debolezza. Anzi, sembra che i servizi segreti britannici temessero che la Russia potesse ascoltare le conversazioni del primo ministro proprio attraverso questi dispositivi, che gli venivano forniti da un ingegnere specializzato russo.

Posted in Blog by admin