Per strumentazioni medicali visita il sito aird.it
Doctor's Search
Dispositivi di protezione per le orecchie: cosa sono
11 maggio 2020

I dispositivi di protezione per le orecchie sono dispositivi di protezione individuale (DPI) che attenuano gli effetti dannosi del rumore sull’apparato uditivo. Siamo abituati a credere che solo i rumori forti ed improvvisi, come un’esplosione o i fuochi d’artificio, possano compromettere le nostre capacità di ascolto. Al contrario, è l’esposizione a rumori anche di intensità minore ma per un lungo periodo che provoca l’insorgere di problemi uditivi gravi, primo fra tutto l’ipoacusia. Come abbiamo detto in un nostro precedente articolo, l’ipoacusia da rumore è tra i più diffusi tipi di perdita uditiva.

Per prevenire ciò, esistono i dispositivi di protezione per le orecchie. Si possono utilizzare sia sul luogo di lavoro (in molto settori sono obbligatori per legge), sia anche durante le normali attività quotidiane. Le principali tipologie sono:

  • cuffiette antirumore
  • tappi per le orecchie

Otoprotettori professionali

Quando si parla di dispositivi di protezione per le orecchie ad uso professionale si utilizza in genere il termine otoprotettori. Gli otoprotettori più diffusi in ambienti lavorativi come cantieri o catene di montaggio sono le cuffie antirumore,. Spesso possono anche essere associate ad un caschetto protettivo. Queste cuffie sono in grado di attutire i rumori forti ma anche di “filtrare” i rumori dannosi rispetto a quelli non dannosi, consentendo agli operai di lavorare con la massima sicurezza.

Per i lavori notturni invece sono più indicati i tappi per le orecchie, chiamati anche inserti auricolari. Dj, band musicali, buttafuori e camerieri sono ugualmente esposti a forti fonti di rumore durante il loro orario di lavoro. Questi dispositivi di protezione, inseriti direttamente all’interno delle orecchie, impediscono smorzano le onde sonore prodotte da strumenti musicali e casse.

Dispositivi di protezione per le orecchie ad uso non professionale

Come abbiamo detto in precedenza, i dispositivi di protezione per le orecchie possono essere utilizzati anche da chi non svolge lavori rumorosi, ma vuole ugualmente proteggere la sua salute uditiva.

I più utilizzati sono senza subbio i tappi per le orecchie, che vengono indossati per impedire all’acqua di penetrare all’interno del condotto uditivo. L’acqua infatti può macerare i delicati tessuti cellulari dell’orecchio e favorire la proliferazione di funghi e batteri. Solitamente, i tappi vengono fatti indossare ai bambini durante le loro prime esperienze in piscina. Tuttavia sono degli ottimi dispositivi di protezione per le orecchie anche per gli adulti. Il mercato offre una vasta scelta di prodotti: monouso, in plastica e anche tappi per le orecchie su misura.

Gli tappi per le orecchie possono essere utilizzati anche come barriera antirumore. I modelli usa e getta sono comodissimi per dormire (sono realizzati con materiali morbidi che si adattano alla forma dell’orecchio), ma andrebbero utilizzati anche quando ci si espone per lungo tempo a rumori vicini ai 90 dBel. Fra gli elettrodomestici di uso comune che raggiungono quella soglia ci sono motoseghe e tagliaerba. Se avete intenzione di dedicarvi al bricolage, vi consigliamo di utilizzare dei buoni dispositivi di protezione per le orecchie.

Posted in Blog by admin