Per strumentazioni medicali visita il sito aird.it
Doctor's Search
Pile per apparecchi acustici: tutto quello che c’è da sapere
23 agosto 2021

Prima di acquistare un apparecchio acustico, è importante porsi diverse domande (e cercare le relative risposte) sulle tecnologie, le funzionalità e i vantaggi di questi dispositivi, per poter scegliere quello più adatto in base alle esigenze di ciascuno. Una delle cose a cui prestare attenzione sono le pile per apparecchi acustici: se optate per un modello a batteria infatti, dovrete informarvi su quale modello di pila utilizzare, come sostituirlo e come trattarlo in modo responsabile e sicuro per l’ambiente.

Abbiamo preparato questo articolo per rispondere proprio a queste domande. Ma vediamo prima quali sono le pile per apparecchi acustici più comuni.

Le pile attualmente utilizzate sono quelle zinco-aria, conosciute anche come batterie a bottone. Sono molto piccole ma ugualmente potenti, e durano più a lungo dei vecchi modelli con tecnologia a mercurio. Inoltre, sono anche meno dannose per l’ambiente.

Il modello e le dimensioni delle pile variano in base all’apparecchio acustico che avete scelto. Sarà il vostro audioprotesista a dirvi quale utilizzare e, in ogni caso, tali indicazioni sono riportante anche all’interno della confezione del vostro dispositivo.

Per poter meglio riconoscere i diversi modelli di pile per apparecchi acustici, l’Unione Europea ha realizzato un sistema di codici unitari e colori, rispettato da tutti i produttori di batterie. Infatti, è molto più semplice ricordare un colore anziché un numero, soprattutto per le persone anziane che restano ancora i principali fruitori di apparecchi acustici.

Ecco quindi i modelli più utilizzati per gli apparecchi acustici:

  • Modello 675: blu
  • Modello 13: arancio
  • Modello 312: marrone
  • Modello 10: giallo
  • Modello 5: rosso

Domande sulle pile per apparecchi acustici

Dopo questa breve panoramica sulle batterie a bottone, rispondiamo alle principali domande sulle pile per apparecchi acustici.

Quanto durano le pile?

Le pile per apparecchi acustici hanno una durata diversa a seconda del modello (e quindi della potenza), ma anche a seconda dell’utilizzo. Alcune funzionalità, come ad esempio il collegamento Bluetooth, consuma maggiore energia. I dati che riportiamo di seguito fanno riferimento ad un utilizzo medio giornaliero di circa 8 ore al giorno, ma risulta evidente che in molti casi gli apparecchi acustici, e quindi le pile, vengono utilizzate più a lungo.

  • Modello 675: blu, durata 25 giorni
  • Modello 13: arancio, durata 20 giorni
  • Modello 312: marrone, durata 12 giorni
  • Modello 10: giallo, durata 8 giorni
  • Modello 5: rosso, durata 4 giorni

Come so che la pila è scarica?

Quando la batteria del vostro apparecchio acustico sta per esaurirsi, avvertirete una melodia o un suono, diverso da tutti gli altri a cui siete abituati. Allora sarà il momento di sostituirla.

Come si cambiano le pile?

Cambiare le pile è molto semplice. Aprite il vano porta-batterie ed estraete la pila esausta. Poi, facendo attenzione a non toccare la pila nuova con le dita, inseritela nel suo alloggio. Aspettate qualche minuto e poi togliete la linguetta/pellicola protettiva.

Questa piccola accortezza aiuterà a prolungare la durata della batteria. Inoltre, quello di lavare bene le mani prima di maneggiare l’apparecchio acustico è un consiglio che andrebbe seguito sempre, non solo quando si cambia la batteria. Il grasso e la polvere che possono depositarsi sulle dita, potrebbe ostruire il microfono-ricevitore.

Dove si gettano le pile esauste?

Le pile per apparecchi acustici esauste non vanno gettate nell’indifferenziata, ma negli appositi contenitori di pile usate che si trovano in città, in genere all’uscita di supermercati e farmacie, o in piazza.

Dove si conservano le pile?

Per una conservazione ottimale, le pile andrebbero tenute nella loro confezione, lontano dalla luce diretta, da fonti di calore e dagli ambienti umidi come bagno e cucina. Un cassetto è l’ideale.

Posted in Blog by admin
CHIUDI
CLOSE