Per strumentazioni medicali visita il sito aird.it
Doctor's Search
Acufene e terapia cognitivo comportamentale
2 luglio 2019

Acufene e terapia cognitivo comportamentale

In Italia circa 3 milioni di persone soffrono di acufene. L’acufene è una sintomatologia collegata alla percezione di un ronzio continuo nelle orecchie. Questo ronzio può essere causato da svariati fattori:

  • consumo eccessivo di cibi salati;
  • stress;
  • traumi acustici;
  • forti urti;
  • utilizzo di farmaci ototossici.

Cosa fare per alleviare l’acufene

Attualmente non esiste una cura definitiva a questo fastidioso problema, ma molte sono le terapie da poter adottare per alleviare l’acufene. Terapia TRT, Diete iposodiche, Attività fisica, Ascolto frequente dei suoni bianchi, Meditazione, Terapia cognitivo comportamentale. Quest’ultima  terapia influenza positivamente il modo in cui il paziente gestisce la propria condizione, aiutandolo ad accettarla nel corso del tempo ed alleviando lo stress legato ad essa. È stato accertato che questa terapia aiuti ad alleviare questo disturbo in circa il 50% dei casi.

La terapia cognitivo – comportamentale

Questo approccio basato sul rafforzamento della consapevolezza rappresenta un valido aiuto. In Inghilterra, i ricercatori dell’Università di Bath hanno effettuato uno studio su circa 200 persone che soffrivano di

Posted in Senza categoria by admin
17 giugno 2019

Che cos’è l’ipoacusia?

L’ipoacusia consiste in perdita parziale o totale della capacità uditiva. Questo problema può presentarsi per differenti cause e in diverse forme. Le principali fonti di questa problematica possono essere:

  • Fattori congeniti
  • Invecchiamento
  • Farmaci ototossici
  • Esposizione prolungata a rumori
  • Infezioni

Gradi di perdita uditiva

La perdita uditiva è misurabile in decibel(dB). In base all’entità si possono distinguere diverse categorie di perdita uditiva. L’assenza di deficit uditivo si indica con 0 dB: in questo caso si è in grado di percepire tutti i suoni, anche quelli più deboli. Parliamo di ipoacusia quando la perdita uditiva si attesta tra i 20 e i 90 decibel nell’orecchio che sente meglio.

Cosa fare?

Se si pensa di avere problemi di udito, è necessario recarsi presso un centro acustico per effettuare un controllo uditivo e capire se è il caso di procedere all’applicazione di un’apparecchio acustico. Accettare e ammettere di avere un problema d’udito non è certamente piacevole, ma è il primo passo per poter migliorare la qualità della propria vita. Acoustic Center dal 1958 si occupa del benessere uditivo dei propri pazienti accompagnandoli lungo tutto il percorso di ri

Posted in Senza categoria by admin
23 luglio 2018

Quanti non ne possono più di sentire ininterrottamente suoni, fischi e ronzii? La sensazione uditiva causata dall’acufene, è descritta come sibilo o fruscio continuo senza  che non ha una sorgente sonora proveniente dall’ambiente esterno. Circa il 10-17% delle persone sono colpite dall’acufene. Esistono dei rimedi, non per eliminarlo del tutto ma quanto meno per alleviare questo fastidioso ronzio.

Acufene, la lista di consigli utili:

  1. Consultare uno specialista per definire l’origine dell’acufene: egli potrà stabilire se la causa può  essere legata direttamente all’apparato uditivo o no;
  2. Ridurre il consumo di alcol, di caffeina, di sale e di cibi molto grassi o molto zuccherati è non solo un comportamento salutare per tutto il corpo, ma anche un utile metodo per alleviare il ronzio causato dall’acufene. Tenere un diario giornaliero annotando tutto ciò che si mangia in maniera dettagliata e indicando i relativi giorni in cui questo disturbo è stato più o meno grave, è un utile esercizio di autocorrezione per scegliere il regime alimentare personalizzato;
  3. Verificare i farmaci che si stanno assumendo: alcuni di essi possono essere ototossici e causare l’acufene;

Posted in Senza categoria by admin
17 maggio 2018

L’ipoacusia da rumore è la problematica uditiva più diffusa. Numerosi sono i danni per l’udito derivanti da alcune attività lavorative o da determinati stili di vita. Il “rumore” purtroppo è un elemento costante della nostra esistenza e può comportare un elevato rischio per l’udito. Nello specifico, si definisce ipoacusia da rumore o ipoacusia da trauma acustico cronico la perdita/diminuzione dell’udito derivante da una prolungata esposizione a particolari rumori; in genere riguarda entrambe le orecchie e la sua evoluzione si arresta quando cessa l’esposizione, ma il danno riscontrato è irreversibile. In ambito lavorativo, il danno all’udito viene considerato come malattia professionale solo se contratto nell’esercizio ed a causa dello svolgimento di specifiche attività indicate dalla legge, o nell’espletamento di lavorazioni accessorie o complementari a queste, purché svolte nello stesso ambiente (Punto 44, Allegato n. 4 al D.P.R. 9 giugno 1975, n. 482). Le attività coinvolte sono:

  • lavori dei calderai
  • ribattitura dei bulloni
  • battitura e foratura delle lamiere con punzoni
  • prove dei motori a scoppio
  • produzioni di polveri metalliche con macchine a pestelli
  • condotta di aeromobili
  • fabbricazione di chiodi
  • lavoro di telai

Posted in Blog, Senza categoria by admin
14 novembre 2017

Mangiare in maniera salutare favorisce la nostra capacità uditiva!

Secondo recenti studi condotti negli USA, i cibi che meglio di altri ci aiutano a preservare il nostro udito sono quelli ricchi di folati o acido folico. I folati e l’acido folico sono vitamine appartenenti al gruppo B e sono conosciute anche con il nome di vitamine B9. Vengono definiti folati i composti presenti naturalmente nei cibi, mentre col nome di acido folico si indica la molecola creata in laboratorio e utilizzata nei complessi vitaminici. L’organismo ha un estremo bisogno della vitamina B9, non solo perché migliora la nostra capacità uditiva, ma anche perché nella fase prenatale, durante la formazione dell’embrione, contribuisce allo sviluppo del condotto neurale e lo previene da malformazioni.

Quali sono i cibi che contengono vitamina B9?

Ecco un elenco dei cibi che contengono vitamina B9:

  • verdure a foglia verde come lattuga, cavolo, spinaci e senape
  • broccoli e le cime di rapa
  • legumi come lenticchie, ceci, fagioli e piselli
  • asparagi
  • avocado
  • fragole
  • arance

Cosa aspetti? La tua capacità uditiva passa anche attraverso l’alimentazione

Posted in Blog, Senza categoria by admin
20 giugno 2017

Gli apparecchi acustici sono dispositivi molto piccoli che necessitano di cura e manutenzione costanti. Dopo aver fatto un investimento per acquistarli è giusto avere le necessarie accortezze affinché essi durino il più a lungo possibile. Inoltre, una volta che ci si è abituati, essi sono indispensabili per svolgere le attività quotidiane e i pazienti che sono costretti a richiedere la riparazione per un guasto odiano doversene separare. Pulire gli apparecchi acustici ogni giorno è l’abitudine principale da acquisire per una buona manutenzione. Gli apparecchi acustici, infatti, possono guastarsi, perché come qualsiasi dispositivo essi hanno un ciclo di vita, ma una corretta pulizia e la cura costante possono aiutare ad allungarlo. Quindi, come effettuare quotidianamente la pulizia degli apparecchi acustici?

  • La prima cosa da sapere è quali prodotti utilizzare per pulire gli apparecchi acustici. Non usare mai alcool, solventi o detergenti per la pulire gli apparecchi acustici. I prodotti di cura specifici sono acquistabili direttamente nel centro acustico: salviettine, spray, panno, etc.
  • I produttori di apparecchi acustici hanno inoltre progettato filtri per proteggere i ricevitori in caso di apparecchi acustici RIC e ITE. Almeno una confezione di questi filtri viene fornita al momento

Posted in Blog, Senza categoria by admin
3 aprile 2017

Anche conosciuta come allergia ai suoni, l’ iperacusia, è un disturbo uditivo molto fastidioso, caratterizzato da un’ ipersensibilità verso suoni che in condizioni normali non costituirebbero un problema per l’ascoltatore. Le persone che soffrono di questo disturbo lamentano un’intolleranza verso alcuni suoni intensi. Esistono, però, diverse forme di iperacusia, dalla più grave in cui l’intolleranza è riferita a una vasta quantità di rumori, alla più lieve in cui il soggetto risulta infastidito solo da alcuni suoni specifici e a volume molto elevato. Ancora non si conoscono precisamente le cause del disturbo. Sono state formulate solo alcune ipotesi che associano l’ iperacusia ad altri status: perdita uditiva, emicrania, paralisi di bell, morbo di Addison, acufene, malattia di Ménière, colpo di frusta, emozioni forti, stress, etc. Ma come riconoscere i sintomi dell’ iperacusia? I segnali dell’ iperacusia sono sostanzialmente le reazioni di fastidio che i pazienti avvertono quando sentono dei suoni. Le reazioni più comuni sono: • Malumore, • Ansia, • Panico, • Forte bisogno di coprirsi le orecchie • Pianto, • Abbandono del luogo di origine del rumore • Forte dolore alla testa Talvolta capita che all’interno dei luoghi incriminati, il soggetto iperacusico tenda ad isolarsi, e ciò non fa che complicare l

Posted in Senza categoria by admin
20 febbraio 2017

Venerdì 24 febbraio dalle 15:00 alle 19:00 presso il Poliambulatorio Cornareto di Carcare (Sv) si terrà una giornata porte aperte per un check-up gratuito. L’evento, in collaborazione con il gruppo Acoustic Center, sarà un’occasione importante per un confronto a 360° sui principali disturbi acustici, oltre che un momento per chiarire dubbi e perplessità individuali, tenuto conto che ben 1 individuo su 3 soffre di ipoacusia dai 60 anni in poi. Il team di professionisti di Acoustic Center effettuerà gratuitamente esami audiometrici tonali e vocali, fornirà informazioni, analizzerà se il problema, laddove presente, sia corretto in modo adeguato tramite l’ausilio di apparecchi audiometrici. Acoustic Center è presente dal 1958 e operante sul territorio ligure nel centri di Genova, Chiavari, La Spezia, Sarzana, Savona e Sanremo, è leader nella distribuzione di sistemi uditivi, nell’applicazione di apparecchi acustici e nella ricerca di soluzioni personalizzate, appoggiandosi a una rete di centri specializzati. La partecipazione allo screening audiometrico è aperta a tutti, previo necessario appuntamento presso la Segreteria del Poliambulatorio al numero 019 5281670 Per maggiori informazioni su tematiche divulgative legate al mondo dell’udito è possibile visitare il sito www.acoustic-center.it Poliambulatorio Cornareto Via Cattaneo 2 Carcare (Sv) tel. 019 5281670

Posted in Blog, Senza categoria by admin